22 - COMPUTI ON-LINE ARTICOLI

PREZZO PROGETTO PRATICHE EDILIZIE HOMEPIEMONTE SRL

PREZZI PRESTAZIONI PROFESSIONALI SVILUPPATE DA HOMEPIEMONTE SRL
Nella presente pagina ti offriamo in modo orientativo i prezzi relativi a prestazioni professionali che sviluppiamo con clienti privati. I prezzi e le relative prestazioni professionali sono sviluppate direttamente dalla HOMEPIEMONTE SRL con i nostri tecnici abilitati. Potrai inoltre chiedere ogni dettaglio ulteriore su prestazioni specifiche senza impegno alcuno. La prestazione prevede un contratto tra le parti ai sensi della legge 24.01.2012 n.1. Con la compilazione della richiesta, sarai contattato per dettagliare ulteriormente la tua richiesta.    
00 PREZZI CATEGORIE PRESTAZIONI PROFESSIONALI TARIFFE HOMEPIEMONTE SRL 

RILIEVICOMPUTIPROGETTODIREZIONE LAVORIC.I.L.A
200 € per 60 mq di s.l.p considerata dal perimetro esterno. DOCUMENTAZIONE PRODOTTA: sopralluogo con rilievo dettagliato dello stato di fatto, sviluppo con elaborato grafico scala 1:50, relazione descrittiva dell’esistente con analisi descrittiva di eventuali difettosità e rimedi tecnici. Restituzione file DWG. Documentazione fotografica
300 € da considerare come tariffa minima di prestazione professionale per illustrare e quantificare secondo il portafoglio (budget) del cliente, sono illustrate e quantificate categorie di lavori per piccoli interventi edilizi ossia cantieri con importi non superiori ai 20.000 € di opere da realizzare. Per cantieri di importi superiori, si considera una prestazione professionale per la redazione del computo pari all’1% dell’importo lavori da eseguire o completare. PRESTAZIONE PROFESSIONALE: Sviluppo in formato pdf delle categorie dei lavori da eseguire con relativo dettaglio su quantità misure e prezzi parziali. Il Computo potrà essere sviluppato secondo prezziari delle province e/o Regioni Italiane, può essere computata e dettagliata una valutazione personalizzate. DOCUMENTAZIONE PRODOTTA Computo descrittivo in formato pdf con allegati vari e schede dei materiali utilizzati con presa atto dei protocolli per le categorie lavori sviluppate secondo modalità descrittive di aziende leader nel settore (integrati da schede tecniche di riferimento)
La valutazione della prestazione è considerata su una percentuale dell”8% del costo delle opere da realizzare. Le caratteristiche e tipologie, dovranno essere indicate e dettagliate nel contratto o incarico professionale. Per tale intervento professionale consideriamo comunque un importo minimo di 900€ per piccoli cantieri che sono soggetti a C.I.L.A o S.C.I.A. aventi importi minimi di lavori da eseguire ( fino a 30.000 € ). Gli elaborati da produrre sono: PROGETTO MUNICIPALE, PROGETTO ESECUTIVO SCALA 1:50, RELAZIONE TECNICA
800 € importo minimo di prestazione professionale relativa a piccoli cantieri con importo lavori da realizzare non superiori a 20.000€. Per importi differenti superiori si considera un prezzo per prestazione professionale pari al 4% dell’importo lavori DOCUMENTAZIONE PRODOTTA: relazione dettagliata delle opere eseguite, indicazioni e controlli sulle maestranze (sopralluoghi da stabilire), verifica e controllo dei materiali previsti con particolare riferimento ai calcestruzzi; è prevista una verifica saltuaria dei requisiti delle maestranze presenti in cantiere; si prevede inoltre un controllo degli stati avanzamento lavori, con indicazione degli importi da saldare agli artigiani che hanno sviluppato il lavoro
200 € più diritti di segreteria. Istruttoria e presentazione pratica in via telematica. PRESTAZIONE PROFESSIONALE: analisi e verifica con acquisizione della documentazione agli atti c/o Comune di appartenenza dell’immobile, invio telematico della domanda con la relazione asseverata sulle opere da eseguire

01 PREZZI CATEGORIE PRESTAZIONI PROFESSIONALI TARIFFE HOMEPIEMONTE SRL 

S.C.I.A.PERMESSO DI COSTRUIREA.P.E.CATASTOREGOLARITA' D'ARTE
500 € è compreso la relazione certificata di agibilità
Prezzo da valutare sulla base dell’entità delle opere e delle prestazioni. Normalmente la cifra oscilla tra il 5% e 8% dell’importo delle opere
300 € Trattasi di Attestato di Prestazione Energetica di un immobile
400€ Variazione per singola planimetria di un immobile
400 € Relazione di regolarità d’arte di opere edili o difettosità riscontrate. Se la pratica è da asseverare c/o Tribunale il prezzo complessivo è di 550 € + bolli e diritti di segreteria. La valutazione è per cantieri medi con importi lavori non superiori a 180.000 €

02 PREZZI CATEGORIE PRESTAZIONI PROFESSIONALI TARIFFE HOMEPIEMONTE SRL

CONTENZIOSO 01CONTENZIOSO 02 CONTENZIOSO 03CONTENZIOSO 04CONTENZIOSO 05
600 € Assistenza per pratica legale con perizia tecnica su prestazioni di manodopera e analisi fatture, emesse da artigiani o imprese edili.Se la perizia tecnica è da asseverare c/o Tribunale sono da considerare ulteriori 150€ compreso bolli e diritti di segreteria
900 € Assistenza come consulente tecnico di parte (CTP) con limitazione di 2 sopralluoghi in cantiere. Per sopralluoghi oltre quelli indicati, occorre valutare la distanza, e il grado di complessità dell’assistenza
1.300 € Tutela e Assistenza come Consulente Tecnico di Parte (CTP) con la nomina e presenza di CTU (Consulente Tecnico di Ufficio nominato dal Giudice)
500 € Tutela e Assistenza per arbitrati civili su fatture con importi relativi a opere edili con problemi di inesigibilità. La valutazione della prestazione professionale indicata fa riferimento a Cantieri realizzati con importi d’opera non superiori ai 50.000 €
650 € sopralluoghi per contenzioso per verifiche tecniche con Perizia di fine lavori e agibilità dei locali che sono stati oggetto di opere edili

TARIFFE E PREZZI INDICATI
Le valutazioni e relativi prezzi delle prestazioni professionali evidenziate, hanno valore indicativo, esse dovranno essere valutate secondo l’entità delle prestazioni da sviluppare ed il grado di difficoltà che presenta la procedura. In ogni caso le valutazioni sono riferite a prestazioni professionali tra privati.
SCIA QUANDO E’ NECESSARIA (segnalazione certificata di inizio attività)

La SCIA dovrà essere presentata per le seguenti attività edilizie:

  1. Interventi di manutenzione straordinaria sulle parti strutturali dell’edificio;
  2. Interventi di restauro e di risanamento conservativo riguardanti le parti strutturali dell’edificio;
  3. Cambiamento di destinazione d’uso di un immobile
  4. Interventi di ristrutturazione edilizia;
  5. Per varianti a permessi di costruire che non modificano parametri urbanistici e volumetrie, destinazione d’uso, categoria edilizia e che non alterino la sagoma degli edifici vincolati;
  6. Per varianti a permessi di costruire che non portano a una variazione sostanziale, ma sono conformi alle prescrizioni urbanistico-edilizie dopo l’acquisizione degli atti di assenso se richiesta dalla normativa sui vincoli paesaggistici, idrogeologici, ambientali, di tutela del patrimonio storico, artistico e archeologico e prescritti dalle altre normative di settore.

PROCEDURA (sintesi)
PROCEDURA (intesi): Il Comune, verificati gli atti depositati dal professionista (escluso il caso di interventi nelle zone “A” o equipollenti), la S.C.I.A. è immediatamente operativa dal momento della presentazione allo Sportello Unico. L’amministrazione Comunale ha 30 giorni di tempo dalla data del protocollo (recepimento istanza) per verificare i requisiti e la regolarità della documentazione presentata. Completato l’intervento, il Richiedente è tenuto a depositare in Comune la Comunicazione di Fine Lavori,con il certificato di collaudo finale redatto dal tecnico incaricato, in cui si attesta la conformità dell’opera al progetto presentato, ed alla ricevuta della variazione catastale conseguente alle opere realizzate o, in caso contrario, una dichiarazione in cui si attesta che le stesse non hanno comportato modificazioni del classamento.
CILA QUANDO E’ NECESSARIA  (Comunicazione di inizio attività asseverata

La CILA dovrà essere presentata per le seguenti attività edilizie:

  1. Nuovi allacciamenti o rifacimento di fognature esistenti con modifiche del percorso e/o delle caratteristiche preesistenti;
  2. Riordino degli spazi interni, con spostamento di tramezzi e dei divisori non portanti, la creazione di controsoffittature in cartongesso (in quanto abbassano la quota); l’apertura, la chiusura o lo spostamento di porte ed infissi, rifacimento di impianto fognario privato, realizzazione piscina esterna, installazione e posa in opera di canna fumaria etc; è compreso anche il frazionamento (divisione di una unità immobiliare in due o più) o accorpamento delle unità immobiliari con esecuzione di opere, anche se comportanti la variazione delle superfici delle singole unità immobiliari, nonché del carico urbanistico (aumento di infrastrutture e opere collettive quali acquedotti, reti Enel, gas), purché non sia modificata la volumetria complessiva degli edifici e si mantenga l’originaria destinazione di uso; Anche in questo caso l’interessato trasmette all’Amministrazione comunale l’elaborato progettuale e la CILA attraverso un tecnico il quale attesta, sotto la propria responsabilità, che i lavori sono conformi agli strumenti urbanistici approvati e ai regolamenti edilizi vigenti, nonché che sono compatibili con la normativa in materia sismica e con quella sul rendimento energetico nell’edilizia e che non vi è interessamento delle parti strutturali dell’edificio.
  3. La comunicazione CILA contiene al suo interno i dati identificativi e i documenti dell’impresa alla quale si intende affidare la realizzazione dei lavori. Quindi, prima di protocollare la CILA, bisogna conoscere a priori quale impresa realizzerà i lavori.
  4. Rifacimento dell’impianto elettrico, idrico, di riscaldamento, di condizionamento e climatizzazione all’interno del singolo appartamento o anche dell’intero fabbricato. Occorre precisare che per i nuovi impianti termici è obbligatorio il deposito della legge 10 a firma di un professionista per garantire il risparmio energetico, mentre per i nuovi impianti elettrici, gas e riscaldamento occorre redigere la dichiarazione di conformità a cura dell’installatore.

CONTRATTO PER PRESTAZIONI PROFESSIONALI TRA ARCHITETTO LIBERO PROFESSIONISTA E PRIVATO

Decreto Legge 24.01.2012 n.1
Con il Decreto Legge 24.01.2012 n.1 (Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività), convertito con modificazioni nella L.24.3.2012 n.27, è stata prevista, all’art. 9 comma 1 “ l’abrogazione delle tariffe delle professioni regolamentate nel sistema ordinistico”, ed, al comma 4, “l’abrogazione delle disposizioni vigenti che, per la determinazione del compenso del professionista, rinviano alle tariffe di cui al comma 1”

OBBLIGO DEL CONTRATTO
Il compenso per le prestazioni professionali deve essere pattuito per iscritto al momento del conferimento dell’incarico professionale, nella forma di un vero e proprio contratto tra le parti Nel file sotto indicato è sviluppato un contratto tipo per professionali in merito a servizi di architettura ed urbanistica per committenza privata. Il contratto è stato elaborato dall’ufficio di Presidenza della Conferenza degli Ordini degli A.P.P.C. e della Delegazione Consultiva a Base Regionale, approvati dalla Conferenza Nazionale svoltasi a Roma il 16 e 17 Novembre 2012 e fatti propri dal CNAPPC nella seduta del 20.11.2012 L’esempio di contratto professionale allegato è stato redatto a mero scopo indicativo e di supporto e non costituiscono opinioni ed atti di indirizzo del Consiglio Nazionale e della Conferenza Nazionale  degli ordini degli Architetti P.P.C. Si rimanda, in ogni caso, al contenuto dell’art. 9, comma 4 della L.24 Marzo 2012 n. 27

Modello di incarico professionale :  INCARICO PROFESSIONISTA

SE DESIDERI ULTERIORI INFORMAZIONI SU PREZZI PRATICHE PROGETTUALI COMPILA IL MODULO SOTTO INDICATO, TI CONTATTEREMO APPENA POSSIBILE

COMPITO DEL DIRETTORE DEI LAVORI La sua esperienza è fondamentale per dirigere e controllare tutte le categorie dei lavori da eseguire oin cantiere.  Un buon Direttore Lavori deve avere capacità e maestria nel dirigere e organizzare tutte le categorie dei lavori che si svolgono in cantiere. Deve essere un vero cantierista. Le sue mansioni sono

  1. Dovrà controllare e verificare che le opere vengano eseguite a regola d’arte ed in conformità al progetto e al contratto firmato tra committenza e impresa
  2. Il direttore dei lavori deve interloquire con gli esecutori materiali delle opere: muratori, idraulici, elettricisti, posatori di piastrelle e parquet. Inoltre dovrà coordinare le varie fasi 
  3. Verificare e accettare i materiali, le forniture, ed in particolare le schede e i protocolli applicati
  4. Verificare periodicamente il possesso dei requisiti e della regolarità degli esecutori dei lavori ed in particolare verificare i dispositivi di protezione individuale da utilizzare per evitare incidenti sul cantiere.
  5. Coordinare i fornitori e valutare e i tempi di consegna delle varie forniture
  6. Sospensione dei lavori, se le circostanze lo richiedono
  7. Calcolerà i vari stati avanzamento lavori e comunicherà gli importi dei lavori eseguiti, darà il via libero per il pagamento

Dal punto di vista burocratico, l’operazione si concluderà con la fine lavori e l’aggiornamento catastale per allineare la parte fiscale.

Guaina elastica
MACERIE DA CANTIERE EDILE

      

Le macerie in edilizia ed in particolare nelle ristrutturazioni, sono prodotti classificati secondo i codici europei dei rifiuti CER, entrati in vigore nel 2015 secondo la Direttiva 2014/955/UE. Gli scarti da costruzione e demolizione sono considerati rifiuti speciali, per i quali deve essere garantita una separazione dalle altre tipologie di rifiuto. Il codice CER 17 raggruppa tutti i rifiuti delle operazioni di costruzione e demolizione (include anche il terreno proveniente da siti contaminati) e una serie di sottoclassi di scarto (ad esempio cemento, mattoni e ceramiche ricadono nel codice 1701, così come i metalli nel 1704). SMALTIMENTO MACERIE

MODELLI PRATICHE EDILIZIE EDITABILI

MODELLO CILA editabile MODELLO SCIA editabile MODELLO P. di costruire

QR code