08 - TETTO E SOLAIO IN LEGNO

PREZZO SOLAIO IN LEGNO NUOVA REALIZZAZIONE

SOLAIO IN LEGNO A ORDITURA SEMPLICE. L’orditura semplice di un solaio in legno è composta da due elementi essenziali ossia il travetto principale (o trave) di dimensioni adeguate, le tavole di completamento (tavolato) di spessore idoneo. E’ opportuno inoltre prevedere il posizionamento di una trave “dormiente” idonea per la distribuzione dei carichi concetrati provenienti dai singoli travetti.e migliorare quindi le condizioni statiche degli appoggi. Questo tipo di solaio è la forma più antica e semplice per la realizzazione di un orizzontamento in legno, legato spesso a un’architettura povera. Il solaio cosi definito si realizzava per coprire ambienti in cui il lato minore di una stanza non superava i 3/4 metri. La realizzazione di solai a semplice orditura era facile da costruire perchè non richiedeva travi di grosse dimensioni. In origine l”orditura delle travi, spesso aveva una sezione circolare grezza; il legname adoperato era di castagno o di quercia. Il tavolato si completava di solito con il posizionamento di un assito di rifinitura (palchetto) che veniva inchiodato sul tavolato e poi trattato superficialmente (ceratura). Allora non c’era l’esigenza di far passare corrugati o tubi per la realizzazione di impianti. Il solaio delimitava sempre la copertura del singolo vano e la muratura di perimetro era una muratura portante (mattoni pieni, materiale lapideo). Il dimensionamento dei travetti era basato su un rapporto tra base e altezza di 0,7 che probabilmente massimizzava la resistenza della trave ricavata da un tronco a sezione circolare

SOLAIO IN LEGNO A ORDITURA DOPPIA . La caratteristica principale di questo tipo di solaio è la sovrapposizione dei travetti sulle travi principali. Il solaio è composto fondamentalmente da travi principali di orditura e travi secondarie; il tavolato ne completava l’opera, e su di esso veniva applicato il palchetto in legno. Uno degli inconvenienti principali di questa tipologia di solaio era l’ingombro in altezza (lo spessore totale del solaio). L’interasse delle travi principali sono di solito posizionati a circa 2,5 3 metri (mai sotto i 2 metri e oltre i 4 metri). Le travi principali erano definite secondo la caratteristica del muro portante e delle aperture (porte e finestre). Si escludeva il posizionamento delle travi principali sopra gli architravi in corrispondenza di porte e finestre. I Principali carichi per il dimensionamento di un solaio in legno sono: Pavimento in parquet (0,25 kN/mq). Sottofondo (1,20 kN/mq). Assito (0,15 kN/mq). Travetti (0,15 kN/mq). Travi principali (0,19 kN/mq). Totale peso proprio (1,94 kN/mq), Totale sovraccarichi accidentali (2,00 kN/mq). Oltre alle due tipologie descritte, citiamo anche 

  1. solaio in legno a tripla orditura, si utilizzavano per ambienti di grandi dimensioni e luce notevole con sovraccarichi rilevanti. L’orditura principale era costituita da travi  di grandi dimensioni 
  2. solai a cassettoni. L’orditura secondaria era inserita nello spessore dell’orditura primaria 
una delle principali criticità dei solai in legno era la tipologia dell’appoggio direttamente sul muro, dove si verificano elevate concentrazioni di carico e di sforzo di taglio, si generano delle fessure che hanno origine dall’angolo inferiore della trave e presentano un orientamento verso il basso con inclinazione di 45°. Per evitare questo fenomeno antiestetico occorre sempre creare un appoggio distribuito sulla muratura, ossia disporre su tutta la lunghezza di appoggio delle travi del solaio, ossia, una trave dormiente che ripartisce i carichi sull’intera base di appoggio della muratura 

 

 

Il solaio in legno ha una sua storia e una tradizione; lo troviamo in tutti i percorsi della storia dell’architettura. Tra le tipologie più importanti in Italia, abbiamo quello a orditura semplice e quello a orditura composta. Le altre tipologie (cassettoni o tripla orditura) appartengono alla storia. Oggi realizzare un solaio in legno significa soddisfare esigenze che un tempo non erano previsti, ad esempio la realizzazione del sottofondo (indispensabile per la distribuzione impiantistica), e una particolare attenzione alla rigidezza o solidità strutturale con particolare riferimento alle legislazione antisismica. A lavorazione compiuta l’aspetto dell’opera è gradevole e particolarmente accogliente; da un punto di vista economico anche.  
PREZZO FORNITURA E POSA NUOVO SOLAIO IN LEGNO
Realizzazione di solaio piano in struttura mista legno e calcestruzzo collaboranti tra loro tramite connettori a piolo e ramponi in acciaio. Il solaio sarà realizzato con legno di larice massiccio (classe S10) con protezione antiparassitaria ed antitarlo, di sezione 17×25 cm ad interasse di 50 cm, con assito soprastante di spessore 2.5 cm, stesa di telo in materiale impermeabile e traspirante, con getto complementare in calcestruzzo (Rck >= 25 N/mm²) di 8 cm di spessore, armato con rete elettrosaldata Ø 5 maglia 150×150 mm. Compreso i puntelli di sostegno provvisorio fino ad un’altezza di cm 350 e a completa stagionatura del calcestruzzo ed ogni altra opera accessoria per la corretta posa in opera. A semplice orditura €/mq 95,00
Realizzazione di solaio piano in struttura mista legno e calcestruzzo collaboranti tra loro tramite connettori a piolo e ramponi in acciaio. Il solaio sarà realizzato con legno di larice massiccio (classe S10) con protezione antiparassitaria ed antitarlo, di sezione 17×25 cm ad interasse di 50 cm, con assito soprastante di spessore 2.5 cm, stesa di telo in materiale impermeabile e traspirante, con getto complementare in calcestruzzo (Rck >= 25 N/mm²) di 8 cm di spessore, armato con rete elettrosaldata Ø 5 maglia 150×150 mm. Compreso i puntelli di sostegno provvisorio fino ad un’altezza di cm 350 e a completa stagionatura del calcestruzzo ed ogni altra opera accessoria per la corretta posa in opera. A doppia orditura €/mq 105,00
IMPORTANTE: Se trattasi di realizzazione di nuovo solaio inserito nei lavori di ristrutturazione dell’unità abitativa, occorre considerare in corso d’opera l’eventuale lavorazione di scassi, tagli a sezione obbligata, ricostruzione di opere murarie  per il posizionamento dell’orditura principale del solaio 

I prezzi dei lavori edili indicati, per ristrutturazioni o nuove costruzioni, sono quelli dei nostri Computi Metrici, personalizzati con note professionali, schede tecniche e protocolli di riferimento. Il nostro preventivo comprende: 1.Analisi fattibilità e controllo su budget  2. Schema Impianto idraulic3. Schema Impianto elettrico 4.Schema Impianto riscaldamento tradizionale-pavimento 5.Sondaggi preliminari con prove invasive e non. Il preventivo personalizzato gratuito è attendibile al 90% (da confermare con sopralluogo): RICHIEDI IL NOSTRO PREVENTIVO PER LAVORI EDILI

CONSOLIDARE UN SOLAIO IN LEGNO E RENDERLO ANTISISMICO Un vecchio solaio in legno, spesso deteriorato dal tempo, può diventare il supporto ideale per un intervento di consolidamento antisismico con lavori in perfetta regolarità d’arte e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia. Il grande vantaggio di questa categoria di lavoro è sicuramente il costo contenuto e una celerità di esecuzione con un minimo intervento invasivo. L’uso di materiali leggeri e strutturali fornisce inoltre una garanzia statica notevole.I vantaggi inoltre, per questo tipologia d’intervento: un’armatura di sostegno minima, limitate demolizioni, recupero del vecchio solaio e della sua orditura, intervento rapido e poco invasivo. Prima dell’intervento è necessaria una verifica e/o analisi dello stato di manutenzione del legno d’orditura e una verifica dello stato di sollecitazione. Il nostro intervento comprende quanto indicato. Per consulenza, verifica e analisi chimiche della struttura lignea, richiedi un nostro sopralluogo compilando il modulo: RICHIESTA PREVENTIVO    

Una malta che adoperiamo per la posa del blocchetto idrofugo colorato è Prontomalt Facciavista è una malta a prestazione garantita, applicabile a mano o pompata con idonea pompa. Prontomalt Facciavista è composto da leganti idraulici, aggregati silicei e additivi chimici speciali. Miscelare tutto il contenuto del sacco utilizzando un mescolatore meccanico (betoniera, mescolatore a coclea, ecc.) per 3 min. La miscelazione è da considerarsi conclusa al raggiungimento di un impasto omogeneo. Non prolungare la miscelazione oltre 3 min. Si può anche impastare a mano purchè l’impasto risulti omogeneo. Prima di applicare il prodotto assicurarsi sempre che il supporto sia pulito, privo di parti friabili, oli, grassi, e quant’altro possa pregiudicare l’adesione della malta. Nel caso di temperature superiori ai +30°C si consiglia di inumidire il sottofondo o i laterizi. Prontomalt Facciavista si usa con acqua pulita senza aggiungere altri prodotti. Proteggere dalla rapida essicazione o dal gelo. Non applicare su fondi, mattoni laterizi o blocchi di cemento gelato o comunque a temperature ambientali inferiori a +5°C. L’indurimento del prodotto è basato sulla presa idraulica e a basse temperature la stessa viene eccessivamente ritardata con conseguente indurimento anomalo. In caso di improvvise piogge proteggere le murature dal dilavamento. Poiché il materiale è formulato con sabbie silicee di fiume, si sconsiglia l’utilizzo di sacchi provenienti da partite diverse, poiché potrebbero esserci variazioni cromatiche.

INTONACO FIBRORINFORZATO – E’ un’intonaco speciale composto da fibre minerali aggiunte che conferiscono al prodotto finito una maggiore resistenza a trazione (non si creano le microfessurazioni). Tra quelli più adoperati da noi, in cantiere è Intomap R2 Fibro: malta premiscelata fibrorinforzata monocomponente di colore grigio chiaro a base di calce aerea, leganti idraulici, fibre in polipropilene, sabbie calcaree e additivi in polvere. Possiede buona adesione e può essere applicato a mano o con macchina intonacatrice su quasi tutti i supporti. Nelle vecchie murature o strutture è consigliato un prerinzaffo (grossolano) dello stesso prodotto. IMPORTANTE: questo tipo di intonaco non va applicato su blocchi di cemento alleggerito o blocchi isolanti, o cemento cellulare, non applicare come intonaco deumidificante, non utilizzare nelle giornate con forte vento e quando le superfici sono soggette ad irraggiamento solare diretto. La superficie finale può anche non essere pitturata e mantenere il suo aspetto con colore grigio chiaro.

 

 

Protected by Copyscape