01 - MURATURA

PREZZO MURATURA IN BLOCCHI DI CALCESTRUZZO

Il blocco in calcestruzzo usato nelle murature per l’edilizia ha una sua storia, trae origine con la produzione industriale del cemento intorno agli anni 20. Il blocco è composto da cemento e da inerti che si utilizzavano in cantiere per la realizzazione delle opere in cemento armato; il cassero di supporto, per contenere l’elemento fluido, era una semplice cassaforma in legno (blocchiera manuale) che veniva “disarmata” dopo poche ore dal getto. Il blocco veniva lasciato all’aria aperta e si “essiccava” in modo naturale; era un materiale economico, disponibile direttamente nel sito dove si realizzava l’opera. Veniva adoperato per la realizzazione delle murature e le dimensioni del blocco erano personalizzate secondo l’esigenza dell’opera. Un cambiamento sostanziale nella produzione del blocco in calcestruzzo avvenne in USA intorno agli anni 40/45 che si iniziò la produzione su scala industriale del blocco stesso. Nascevano le prime “bloccherie” industrializzate. Una spinta notevole nella produzione del blocco in calcestruzzo e alla realizzazione di murature in cls su larga scala, si verificò in Europa subito dopo la fine della seconda guerra mondiale. Gli inerti o i componenti principali del blocco erano le macerie degli edifici delle città distrutte dai bombardamenti. La Germania fu ricostruita con questa muratura la cui componente principale era il blocco in calcestruzzo vibrocompresso; era chiamato Ziegelsplittbetonsteine (blocco di calcestruzzo). Erano posati secondo una trama semplice e tradizionale; come opera di rifinitura si utilizzava un intonaco plastico colorato. Come sistema di posa a “vista” esisteva il blocco di cemento “bugnato” che veniva posato solo per  muri di cinta, viali o altro. Un tassello importante che modificò le caratteristiche del blocco di calcestruzzo, fu la comparsa dell’inerte leggero ossia il materiale principe dell’edilizia moderna: l’argilla espansa. Nasce cosi il blocco in calcestruzzo per muratura da posare a vista, questo blocco presentava ottima resistenza termica e, con la metodologia costruttiva del blocco blocco in cemento “multicamera” ne esaltava ulteriormente le caratteristiche di isolamento sia termico che acustico. Il blocco di calcestruzzo a differenza del laterizio normale è un elemento interamente artificiale, tutti i componenti possono essere dosati direttamente dal produttore per ottenere caratteristiche finali secondo l’esigenza del mercato: dimensioni, granulometria, tipo di superficie, colore, traspirabilità e grado di assorbimento di acqua. Si possono quindi realizzare delle murature in blocchi di calcestruzzo in piena regola secondo le caratteristiche dettate dall’opera. Si affermava quindi un nuovo metodo costruttivo per la realizzazione di murature, senza il monopolio del laterizio forato o pieno. Era un sistema economico che presentava caratteristiche analoghe al mattone classico. Oggi comunque il settore del blocco del calcestruzzo vibrocompresso ha conquistato una notevole fetta di mercato specialmente all’estero ed in particolare nel Nord Europa.

CARATTERISTICHE – FORME – METODOLOGIA DI POSA DEL BLOCCO VIBROCOMPRESSO

Il blocco di calcestruzzo vibrocompresso  è un elemento in calcestruzzo di forma parallelepipeda, prodotto industrialmente, forato, è costituito da più camere secondo le caratteristiche della muratura o blocco pieno,. E’ utilizzato sia per la costruzione di murature portanti che per divisori interni e/o muri di tamponamento. Gli elementi essenziali costitutivi di un blocco vibrocompresso sono: le camere di composizione, la superficie di posa o le costole di supporto alla malta. Le caratteristiche del blocco stesso definiscono le seguenti categorie 

  1. Blocco da intonaco quindi deve possedere una superfici scabra, adatta alla rifinitura “intonaco”
  2. Blocco Faccia Vista per interno, con caratteristiche estetiche particolari
  3. Blocco Faccia Vista per esterno, destinato quindi a comporre i prospetti esterni degli edifici con cromie particolari e una trama di posa personalizzata.
  4. Blocco faccia Vista per esterno senza intonaco, destinato ad essere esposto in climi particolarmente umidi e aggressivi. Avrà caratteristiche definite secondo progetto
  5. Blocco portante: esso dovrà avere tutte le caratteristiche delle costruzioni portanti  

I blocchi vibrocompressi in calcestruzzo sono realizzati secondo diverse tipologie e forme secondo l’utilizzo in cantiere. Le principali sono

  1. Blocco di forma normale, parallelepipeda o piccole modifiche ad esempio in corrispondenza del supporto malta.
  2. Blocco di forma speciale per realizzare di particolari compositivi nella muratura o modificare le dimensioni 
  3. Blocco correa utile per definire in opera i rinforzi orizzontali e l’inserimento di armatura per cemento armato (cordoli e architravi).
  4. Blocco per mazzetta, idoneo per la realizzazione nella parete di mazzette per porte e finestre.
  5. Blocco ad incastro per accostare gli altri blocchi secondo uno schema definito.
  6. Blocco cassero, esso è predisposto per essere riempito da un getto di calcestruzzo armato. Ha la sua importanza per realizzare dei setti verticali armati.
  7. Blocco pilastro, utile per essere riempito da un getto di calcestruzzo armato, per realizzare pilastri all’interno della muratura.
  8. Blocco cavo formato da sole costole parallele alla faccia che delimitano un’unica fila di fori.
  9. Blocco multicamera, presenta costole parallele alla faccia che delimitano più file di fori.

Per quanto riguarda i blocchi faccia vista essi possono presentare aspetti superficiali diversi in commercio ne esistono di forme e caratteristiche differenti. Tra i più utilizzati sono i cosiddetti blocchi “splittati”, Blocco sagomato, Blocco a spacco, Blocco fresato, Blocco sabbiato, Blocco bocciardato, Blocco levigato, Blocco rettificato, ecc..

TRATTAMENTO DELLE MURATURE CON BLOCCO A VISTA 


La muratura
facciavista ed in modo particolare il blocco in cemento vibrocompresso, necessita di un trattamento finale particolare per esaltarne le caratteristiche di posa e della composizione. Per una buona regolarità d’arte occorre adoperare prodotti idrorepellenti; sia il blocco che la malta o il legante, se i prodotti non presentassero queste caratteristiche, si comprometterebbe l’intera opera. Sulla muratura finita (asciutta) bisogna effettuare un trattamento superficiale con vernici trasparenti silosaniche secondo le indicazioni della ditta produttrice. Un altro trattamento superficiale che occorre effettuare è quello “anti scritta”, qualora la muratura sia in luogo a rischio di imbrattamento. In questo caso ci sono delle particolari vernici da porre in opera secondo le indicazioni della Ditta produttrice.

IL FENOMENO DELL’EFFLUORESCENZA 

L’effluorescenza è un deposito di sali solubili, di colore bianco, che si può manifestare sulla superficie della muratura. Questo fenomeno, spesso modifica o altera il solo aspetto estetico.  L’effluorescenza può dipendere dai materiali che compongono la muratura (blocchi o malta) o dall’umidità o da entrambi. Per evitare questo fenomeno occorre evitare infiltrazioni di acqua nella muratura (internamente o da componenti non idrorepellenti). Attenzione ai particolari costruttivi: gusci, sigillature dei giunti, ecc….utilizzare blocchi e malta sempre idrofugati e durante la fase di costruzione usare attrezzature (betoniere, cazzuole,…) ben pulite e coprire adeguatamente le murature a fine giornata con fogli in polietilene. Altri accorgimenti da adottare durante la fase costruttiva è quello di posizionare i blocchi su bancali o comunque isolati dal terreno e coperti nel caso di piogge onde prevenire l’assorbimento di acqua.

PREZZI MURATURE IN BLOCCHI NORMALI
Murature in blocchi cavi in conglomerato cementizio vibrocompressi, con inerti normali, da intonacare, colore grigio, dimensioni nominali 40×20 o 50×20 cm. Compresi: i pezzi speciali per spalle, voltini, fissaggi, la malta di classe adeguata, i piani di lavoro interni; esclusi irrigidimenti da conteggiarsi a parte se necessari: – spess. cm 8 €/mq 22,00
Murature in blocchi cavi in conglomerato cementizio vibrocompressi, con inerti normali, da intonacare, colore grigio, dimensioni nominali 40×20 o 50×20 cm. Compresi: i pezzi speciali per spalle, voltini, fissaggi, la malta di classe adeguata, i piani di lavoro interni; esclusi irrigidimenti da conteggiarsi a parte se necessari: – spess. cm 12 €/mq 23,00
Murature in blocchi cavi in conglomerato cementizio vibrocompressi, con inerti normali, da intonacare, colore grigio, dimensioni nominali 40×20 o 50×20 cm. Compresi: i pezzi speciali per spalle, voltini, fissaggi, la malta di classe adeguata, i piani di lavoro interni; esclusi irrigidimenti da conteggiarsi a parte se necessari: – spess. cm 15 €/mq 25,00
Murature in blocchi cavi in conglomerato cementizio vibrocompressi, con inerti normali, da intonacare, colore grigio, dimensioni nominali 40×20 o 50×20 cm. Compresi: i pezzi speciali per spalle, voltini, fissaggi, la malta di classe adeguata, i piani di lavoro interni; esclusi irrigidimenti da conteggiarsi a parte se necessari: – spess. cm 20 €/mq 28,00
PREZZI MURATURE IN BLOCCHI FACCIA VISTA
Muratura faccia vista in blocchi cavi di conglomerato cementizio, dimensioni nominali 40×20 o 50×20 cm, prodotti per vibrocompressione non idrorepellenti, aventi finitura liscia su entrambe le facce posti in opera con malta di classe adeguata. Sono esclusi gli irrigidimenti da conteggiarsi a parte se necessari: – spess. cm 8 – REI 60 €/mq 28,00
Muratura faccia vista in blocchi cavi di conglomerato cementizio, dimensioni nominali 40×20 o 50×20 cm, prodotti per vibrocompressione non idrorepellenti, aventi finitura liscia su entrambe le facce posti in opera con malta di classe adeguata, completa di ogni materiale idoneo a completare l’opera. Sono esclusi irrigidimenti da conteggiarsi a parte se necessari: – spess. cm 12 – REI 90 €/mq 30,00
Muratura faccia vista in blocchi cavi di conglomerato cementizio, dimensioni nominali 40 x 20 o 50 x 20 cm, prodotti per vibrocompressione non idrorepellenti, aventi finitura liscia su entrambe le facce posti in opera con malta di classe adeguata. Sono esclusi irrigidimenti da conteggiarsi a parte se necessari: – spess. cm 15 – REI 90 € 34,00
Muratura faccia vista in blocchi cavi di conglomerato cementizio, dimensioni nominali 40×20 o 50×20 cm, prodotti per vibrocompressione non idrorepellenti, aventi finitura liscia su entrambe le facce posti in opera con malta di classe adeguata. Sono esclusi irrigidimenti da conteggiarsi a parte se necessari: – spess. cm 20 – REI 120 €/mq 40,00

Una malta che adoperiamo per la posa del blocchetto idrofugo colorato è Prontomalt Facciavista è una malta a prestazione garantita, applicabile a mano o pompata con idonea pompa. Prontomalt Facciavista è composto da leganti idraulici, aggregati silicei e additivi chimici speciali. Miscelare tutto il contenuto del sacco utilizzando un mescolatore meccanico (betoniera, mescolatore a coclea, ecc.) per 3 min. La miscelazione è da considerarsi conclusa al raggiungimento di un impasto omogeneo. Non prolungare la miscelazione oltre 3 min. Si può anche impastare a mano purchè l’impasto risulti omogeneo. Prima di applicare il prodotto assicurarsi sempre che il supporto sia pulito, privo di parti friabili, oli, grassi, e quant’altro possa pregiudicare l’adesione della malta. Nel caso di temperature superiori ai +30°C si consiglia di inumidire il sottofondo o i laterizi. Prontomalt Facciavista si usa con acqua pulita senza aggiungere altri prodotti. Proteggere dalla rapida essicazione o dal gelo. Non applicare su fondi, mattoni laterizi o blocchi di cemento gelato o comunque a temperature ambientali inferiori a +5°C. L’indurimento del prodotto è basato sulla presa idraulica e a basse temperature la stessa viene eccessivamente ritardata con conseguente indurimento anomalo. In caso di improvvise piogge proteggere le murature dal dilavamento. Poiché il materiale è formulato con sabbie silicee di fiume, si sconsiglia l’utilizzo di sacchi provenienti da partite diverse, poiché potrebbero esserci variazioni cromatiche.

 

Protected by Copyscape