14 - GUAINE-ISOLANTI-CHIMICO

PREZZO ISOLAMENTO CAPPOTTO INTERNO CON FIOCCO DI CELLULOSA

QUANDO EFFETTUARE L’ISOLAMENTO A CAPPOTTO ALL’INTERNO DELLA NOSTRA CASA 

Tra i sistemi innovativi, per isolare le pareti della nostra casa e aumentarne il confort abitativo,  è l’insufflaggio delle pareti con un prodotto collaudato all’estero da parecchio tempo; in Italia da qualche anno, è la fibra di cellulosa in fiocchi. E’ un prodotto derivato dal riciclo della carta, ed in particolare da quella dei giornali, viene lavorata e ridotta in fiocchi “lanosi”,  è trattata chimicamente per renderla idonea all’uso, ossia è mescolata con una soluzione chimica a base di sali di boro. Questo procedimento la rende ignifuga e inattaccabile da parassiti. Al completamento di questo processo, se ne ricava un ammasso grigio “lanoso”, viene opportunamente pressata e accatastata in sacchi. Ha un basso peso specifico (60 kg/mc) , ha un’ottima conducibilità termica (0,040 W/m K) che, se confrontata con altri materiali isolanti: lana di pecora 0,040 W/m K , EPS (poliuretano) 0,030 W/m K, ne deduciamo la grande capacità termica è un prezzo molto competitivo. L’uso di questo materiale isolante lo consigliamo nei seguenti casi

  1. impossibilità di realizzare il cappotto perimetrale esterno per diversi motivi, ad esempio siamo in presenza di una muratura portante in pietra, confini di proprietà con pareti inaccessibili per l’isolamento a cappotto esterno, in EPS o altro materiale
  2. Ambienti interni di grandi dimensioni (volumi considerevoli) con possibilità di integrare alla tipologia dell’isolamento indicato anche una “microventilazione” meccanica degli ambienti.
  3. Gli ambienti necessitano di una coibentazione sia termica che acustica
CARATTERISTICHE: La notevole capacità isolante della fibra di cellulosa  è determinata dalla resistenza che l’aria, presente uniformemente nelle minuscole cavità del materiale, ostacola il flusso di calore, che dall’interno dell’abitazione tende a fuoriuscire verso l’esterno. E’ un materiale anche igroscopico (è in grado di assorbire fino al 30% di umidità, restituendola poi lentamente nell’ambiente). Il prodotto non perde capacità isolante anche in presenza di umidità; è traspirante, inattaccabile dagli insetti, non emette sostanze nocive, è resistente al fuoco (classe 1), non produce fumi tossici in caso di incendio; è elettricamente neutra ed ha anche una buona capacità come isolante acustico; ha inoltre un bassissimo impatto ambientale, perché impiega materie prime riciclate ed è a sua volta riciclabile.
MODALITÀ DI POSA DELLA FIBRA DI CELLULOSA

La modalità operativa per posizionare il materiale isolante è la seguente

  1. Realizzazione di un supporto in cartongesso o in pannelli di OSB lungo il perimetro interno della casa, tale struttura è costituita da una serie di montanti e traversi per sostenere la lastra in cartongesso o OSB avente spessore di 1,5 cm. La cassavuota cosi realizzata sarà riempita o “insufflata” con il fiocco di cellulosa descritto.
  2. Insufflaggio diretto nella muratura a cassavuota (sistema con un rendimento ridotto rispetto alla metodologia del punto 

In entrambi i casi sopra citati occorre un accorgimento fondamentale ossia occorre “ventilare” o creare un percorso d’aria nelle cassevuote. Normalmente sono sufficienti due prese d’aria nella parte inferiore della parete e una piccola griglia di uscita nella parte superiore della parete.

Fornitura e trasporto in cantiere di fibra di cellulosa in fiocchi da insufflare a secco in intercapedini murarie, tetti in legno e sottotetti prodotta da cellulosa vergine o scarti di produzioni industriali esente da inchiostri di stampa e da patine. Esente da composti del Boro (quali Borace, Acido Borico, ecc.) o altre sostanze tossiche ai sensi della Direttiva 67/548/EEC. Inattaccabile da muffe, funghi, batteri, roditori o altri organismi. Resistente al fuoco classe = B-s1,d0. Conducibilità termica  <= 0,040 W/mK. Mu <= 2. Densità >= 45 kg/m 3

 

85 €/mc

Posa di isolamento termico ad insufflaggio a secco nelle intercapedini, mediante isolante naturale in fibre di cellulosa, conducibilità minima 0,040 W/mK, densità di compattazione minima 30 Kg/mc. L’intervento prevede la realizzazione di fori nella misura idonea per garantire la saturazione dell’intercapedine. Le pareti dovranno essere libere per l’intervento per consentire l’accesso diretto alle stesse. Compreso il carico, lo scarico, il trasporto, il deposito a qualsiasi piano del fabbricato. Chiusura dei fori mediante malta premiscelata a rustico. Esclusa rasatura, stuccatura e ogni opera da decoratore per il rappezzo della tinteggiatura. Escluso il montaggio di eventuali ponteggi. (Spessore intercapedine 10 cm)

 

15 €/mq
posa mediante insufflaggio di fibra di cellulosa all’interno di parete in cartongesso spessore 10 cm 15 €/mq
fornitura e posa di controparete in cartongesso per la realizzazione di cassavuota di contenimento insufflaggio fibra di cellulosa 21 €/mq 
fornitura e posa di idropittura lavabile per controparete in cartongesso, compreso la chiusura e il ripristino della foronomia necessaria per l’insufflaggio 10 €/mq
 la fibra di cellulosa  pannelli in fibra   insufflaggio pareti 
300x200_fibra_cellulosa 300x200_pannello_fibra_cellulosa 300x200_fibra_di_cellulosa
 insufflaggio cassavuota  insufflaggio mansarda  schema cassavuota OSB
300x200_insufflaggio 300x200_insufflaggio_sottotetto_abitabile 300x200_OSB

BONUS RISTRUTTURAZIONI 2019  La legge di Bilancio 2019 conferma le agevolazioni in merito al bonus ristrutturazioni. Le detrazioni fiscali saranno prorogate fino al 31 dicembre 2019. Tutti coloro che inizieranno i lavori di ristrutturazione della propria casa dal 1 gennaio 2019, potranno usufruire della detrazione fiscale del 50% sulle spese sostenute entro il limite di 96.000 € da suddividere in 10 quote annuali. Potrebbe esserci un’interessante novità o agevolazione per la ristrutturazione della propria casa. Si tratta dell’Ecoprestito, un prestito a tasso agevolato, per i cittadini che vogliono realizzare una ristrutturazione o migliorare l’efficienza energetica della propria casa. In visione la legge di Bilancio 2019 e le tabelle di sintesi sulle agevolazioni Il Bonus Ristrutturazione spetta anche a chi ha effettuato un preliminare di Vendita e registrato il Compromesso ed esegue i lavori di ristrutturazione a proprio carico. 

IL LISTONE ITALIANO PER UN PALCHETTO IN LEGNO MASSELLO NATURALE E A KM 0

Il palchetto o parquet è un materiale sempre ‘vivo’, risente degli sbalzi di umidità estate/inverno tipici delle moderne abitazioni. In condizioni di scarsa umidità le tavolette si restringono leggermente portando a fessurazioni della pavimentazione, che poi lentamente si richiudono al ritorno in condizioni di umidità normale. Il palchetto composto da listone Italiano a Km 0 è un prodotto naturale ideale per personalizzare gli ambienti della tua casa. Un pavimento in legno massiccio è ricco di venatura e colore, duro, stabile e bello da vedere e toccare. Il parquet in legno rovere è tra i più resistenti al calpestio anche in luoghi pubblici. Altri pavimenti in legni locali oltre al Rovere, sono il Castagno, il Ciliegio, Il Noce.

(SEMPLICE CHIARIMENTO TECNICO) LE CARATTERISTICHE DEI MATERIALI ISOLANTI CHE ADOPERIAMO IN EDILIZIA

Il materiale isolante che adoperiamo per proteggerci dal freddo invernale o dal caldo estivo ha caratteristiche particolari; per capire la sua funzione bisogna considerare alcuni principi di Fisica Tecnica. I parametri stabiliti e considerati per valutare l’efficacia di un materiale isolante con specificità termica, da utilizzare per isolare la nostra casa, sono i seguenti: 

  1. Conducibilità termica λ, espressa in W/mK, che rappresenta l’attitudine o la capacità di un materiale a trasmettere calore. Maggiore sarà questo parametro λ e minore sarà la sua capacità isolante. Al contrario, con un valore minore o basso del parametro λ , sarà migliore la capacità isolante (trattenere calore) del materiale. La conducibilità termica dipende dalla composizione chimica del materiale utilizzato.
  2. Resistenza termica Rt, espressa in mqK/W E’ la capacità di un elemento, o materiale o sistema di più materiali, di opporsi al passaggio del calore (da un ambiente riscaldato a quello esterno o un’altro ambiente interno della casa). Il valore della Resistenza termica è il rapporto tra lo spessore del materiale adoperato (espresso in m) e la sua conducibilità termica λ. Maggiore sarà il valore di resistenza termica, e migliori saranno le caratteristiche isolanti del materiale considerato o del sistema utilizzato per isolare la parete della nostra casa o il sottotetto. Se desideri una verifica termica e un preventivo lavori per isolare in modo adeguato la tua casa Compila il modulo, ti contatteremo per un sopralluogo gratuito. MODULO

MATERIALI A CONFRONTO CHE ADOPERIAMO PER ISOLARE 

EPS da 12 cm di spessore ha una conducibilità termica di 0.036 W/mK e una resistenza termica di 2,8 mqK/W

SUGHERO PANNELLO da 6 cm conducibilità termica 0,043 W/mK Resistenza termica  1,39 mqK/W