05 - IMPIANTO ELETTRICO

PREZZO IMPIANTO ELETTRICO

  parametri NEW OR UPDATED CONTENT-META SEO aggiornati in data 30 Aprile 2020 (Arcangelo) 
IMPORTANTE: i prezzi indicati nel nostro prezziario possono subire variazioni secondo la località del cantiere, la quantità delle categorie dei lavori richiesti, il periodo in cui si realizzano le opere e la tempistica programmata. Se il prezzo quantificato nella nostra offerta è quello previsto nel nostro modulo di richiesta, è anche compresa la pratica progettuale e catastale; vedi il modulo di richiesta. I prezzi sono IVA di legge esclusa. Tutte le opere computate e contrattualizzate sono realizzate da HOMEPIEMONTE 

Prezzo impianto elettrico

L’impianto elettrico descritto e quantificato fa riferimento alla norma CEI 64-8 la quale stabilisce una classificazione degli impianti elettrici residenziali, con tre livelli riferiti alle prestazioni impiantistiche del sistema: Livello 1 – livello base, prevede: 

  1. un numero minimo di punti prese e punti luce distribuiti in modo uniforme in base alla metratura o alla tipologia di vano
  2. un numero minimo di circuiti
  3. almeno due interruttori differenziali

Livello 2  – livello standard, prevede:

  1. un numero maggiore di componenti rispetto al livello precedente
  2. l’installazione di un sistema di controllo dei carichi.
l’impianto elettrico è regolamentato dalla norma Cei 64-8 (Comitato Elettrotecnico Italiano) – entrata in vigore il 1° marzo 1993 – e la variante V3 alla norma stessa, entrata in vigore nel settembre 2011. Come tutti gli impianti, anche questo deve essere conforme, sotto tutti gli aspetti,  al Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico n. 37 del 22 gennaio 2008 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 61 del 12-3-2008), che ha sostituito la legge 46/1990.
PREZZI HOMEPIEMONTE SRL IMPRESA EDILE
PREZZO PUNTO LUCE A COMANDOPUNTO LUCEcomando ad interruzione riferito a locale ad uso civile abitazione di superficie media di circa 20 mq. Comprendente 1 scatola di derivazione, tubazione sottotraccia, conduttori di alimentazione e collegamento a terra, apparecchiature, marca standard. SIGNIFICA: la realizzazione completa dell’interruttore per accendere o spegnere  la luce nella singola camera ad esclusione della placca che sarà personalizzata secondo l’ambiente e le varie colorazioni disponibili. Qualora nella stessa scatola si posizionassero più punti, sono da computare con la seguente metodologia: 2 punti (52,50 €), tre punti (70 €).  35 €/cd

PREZZO DEVIATORE – PUNTO LUCE
– Punto luce comando a  DEVIAZIONE riferito a corridoi o simili con lunghezza fino a m 10. Comprendente 1 scatola di derivazione, tubazione sottotraccia, conduttori di alimentazione e collegamento a terra, apparecchiature, marca standard. La mascherina finale e/o placca è fornita dal cliente. SIGNIFICA: la realizzazione completa dell’interruttore per accendere o spegnere dallo stesso, la luce in un’altra camera o vano. Esempio: interruttore per accendere la luce nella scala e spegnerla alla fine della rampa di salita. 
 60 €/cd
PREZZO COLONNA MONTANTE ENERGIA – Linea di alimentazione energia con cavi aventi dimensione minima di 3×6 mmq con partenza dal contatore della società distributrice fino a raggiungere i vari piani dell’abitazione. La categoria di lavoro comprende: tubazione sottotraccia, conduttori energia e di collegamento a terra. Prezzi di HOMEPIEMONTE Impresa edile. 25 € m
PREZZO BIPRESA DA 10/16 A. Comprendente 1 scatola di derivazione, tubazione sottotraccia, conduttori di alimentazione e collegamento a terra, apparecchiature marca standard. Il prezzo a lato è riferito ad ogni singola presa isolata. Qualora nella stessa scatola si posizionassero più prese, sono da computare con la seguente metodologia : 2 prese (52,50 €), tre prese (70 €).  35 €/cd
PREZZO PRESA SCHUKO UNEL con interruttore bipolare, per elettrodomestici superiori a 1 kw comprendente 1 scatola di derivazione, tubazione sottotraccia, conduttori di alimentazione e collegamento a terra, apparecchiature, mascherina con colori a scelta dall’utente. Qualora nella stessa scatola si posizionassero più prese con le medesime caratteristiche, sono da computare con la seguente metodologia: 2 prese (90 €), tre prese (120 €).  60 €/cd
PREZZO QUADRETTO D’ALLOGGIO con interruttore bipolare differenziale con scatola a incasso per l’alloggiamento trasformatore campanello, collegamento alla colonna montante energia ed ai circuiti secondari. IMPORTANTE, ogni differenziale magnetotermico oltre quello base preventivato, sarà quantificato in 110 € comprensivo della linea di sezione e/o cavo necessario.  110 €/
quadretto
PREZZO IMPIANTO DI CAMPANELLO – Impianto di campanello. Campanello d’entrata con pulsante porta nome, trasformatore, tubazione, scatola di derivazione, conduttori di collegamento compresi nell’opera. Prezzi di HOMEPIEMONTE Impresa edile.  100 €
PREZZO FORNITURA E POSA DI CARICATORE presa USB da muro standard per ricarica veloce di smartphone e tablet Ricarica universale. I caricatori da parete sono universali e si adattano a qualsiasi tipo di dispositivo elettronico con una porta USB: smartphone o tablet, Android o Apple. Dalla valutazione a lato è esclusa la fornitura e posa della mascherina o placca (elemento decorativo da personalizzare in funzione dell’arredo e della tinteggiatura pareti) 43 €
PREZZO FORNITURA E POSA DI CARICATORE presa USB da muro a due ingressi ricarica veloce di smartphone e tablet Ricarica universale. I caricatori da parete sono universali e si adattano a qualsiasi tipo di dispositivo elettronico con una porta USB: smartphone o tablet, Android o Apple.Dalla valutazione a lato è esclusa la fornitura e posa della mascherina o placca (elemento decorativo da personalizzare in funzione dell’arredo e della tinteggiatura pareti) 60 €
Al termine dei lavori si rilascerà la Dichiarazione di conformità del lavoro eseguito
presa USB a muro  Magnetotermico Set domotica

LAVORI ELETTRICI CHI PUÒ ESEGUIRE I LAVORI – la Norma CEI 11-27 del 2014  “lavori impianti elettrici  è arrivata alla IV edizione, sostituendo, aggiornando e integrando quanto era stato disposto nella precedente versione risalente al 2005. La normativa in questione è il riferimento principale in Italia per quanto riguarda l’esecuzione di lavori elettrici ed in particolare quelle categorie di lavori in ambito elettrico che vengono eseguiti su  impianti elettrici, che sono connesse agli impianti elettrici; che sono in prossimità di impianti elettrici;

Lavori su impianti elettrici, Le novità sono le seguenti

  1. nuove definizioni riguardanti le figure responsabili dello svolgimento dei lavori elettrici;
  2. modifiche alle definizioni di lavoro elettrico e di lavoro non elettrico;
  3. prescrizioni di sicurezza per le persone comuni che eseguono lavori di natura non elettrica;
  4. introduzione delle distanze specifiche riguardante i lavori non elettrici per tener conto delle definizioni contenute nel Decreto Legislativo 81/08;
  5. modifiche alla distanza di lavoro elettrico sotto tensione bassa tensione;
  6. revisione e aggiunta della modulistica relativa ai lavori elettrici e non elettrici.

Le fiigure responsabili dello svolgimento di detti lavori, ovvero, dei soggetti noti con gli acronimi di PES, PAV e PEI, e del percorso formativo che devono svolgere per ottenere le rispettive qualifiche.

SIGNIFICATO DI  – PES, PAV e PEI

Si tratta di tre profili professionali individuati e differenziati in base alle rispettive qualifiche, alle conoscenze e alle competenze tecniche in materia di lavori esposti a rischio elettrico, nello specifico:

  1. PES sta per Persona Esperta dotata di conoscenze tecnico-teoriche tali da essere in grado di analizzare e valutare i rischi derivanti dall’elettricità ed eseguire lavori fuori tensione e in prossimità;
  2. PAV sta per Persona Avvertita ovvero messa a conoscenza dei rischi elettrici che può svolgere lavori fuori tensione e in prossimità di tensione solo se assistita da una PES;
  3. PEI sta per Persona Idonea a svolgere tutti i tipi di lavoro elettrico, compresi quellisotto tensione, poichè in possesso dei requisiti di formazione e addestramento necessari.

Nota: si rimanda al testo integrale per dettagli e completezza

IVA AL 10 % PER SCHERMATURE SOLARI – Con la categoria delle schermature solari si può accedere alla detrazione del 50% per interventi di risparmio energetico. Le categorie dei materiali che rientrano nella detrazione, come precisato dall’ENEA sul sito dedicato sono: scuri; tende alla veneziana; tapparelle; persiane a battente, alla veneziana o a soffietto; tende esterne a bracci pieghevoli o rotanti, a rullo, verticali; tende per lucernari e finestre su tetto In riferimento a queste tipologie di beni l’Agenzia delle entrate con la circolare 15/2018 ha chiarito che l’acquisto con posa in opera di questi prodotti rientra nell’ambito di applicazione dell’IVA al 10% e non in quella del 22% come previsto nel caso di tende e tendaggi di arredamento.

BONUS RISTRUTTURAZIONI 2020 La legge di Bilancio 2020 conferma le agevolazioni in merito al bonus ristrutturazioni. Le detrazioni fiscali saranno prorogate fino al 31 dicembre 2020. Tutti coloro che inizieranno i lavori di ristrutturazione della propria casa dal 1 gennaio 2020, potranno usufruire della detrazione fiscale del 50% sulle spese sostenute entro il limite di 96.000 € da suddividere in 10 quote annuali. In visione le tabelle di sintesi sulle agevolazioni Il Bonus Ristrutturazione spetta anche a chi ha effettuato un preliminare di Vendita e registrato il Compromesso ed esegue i lavori di ristrutturazione a proprio carico

 Protected by Copyscape