07 - IMPIANTO RISCALDAMENTO

PREZZO IMPIANTO DI RISCALDAMENTO

L’impianto di riscaldamento dettagliato nella presente pagina comprende sia quello tradizionale a termosifoni, che quello a pavimento. L’impianto tradizionale con termosifoni comprende la seguente categoria di lavoro: 1) realizzazione delle tracce nella muratura per il posizionamento delle tubazioni in multistrato per la schematura impianto di riscaldamento. 2) Fornitura e posa di tubazione in multistrato con guaina isolata completa di valvola, derivazioni e detentori per radiatori. 3) Posa di collettore sottocaldaia (la fornitura è considerata nella categoria sotto descritta). 4) Posa di caldaia 5)Sistemazione e posa di radiatore. Il prezzo è da intendersi per ogni singolo punto Termico.. Al  completamento delle opere viene rilasciata regolare certificazione, se prevista per legge, nello specifico che l’impianto è stato eseguito secondo quanto prescritto dalla legislazione vigente in materia. Dalle categorie di lavoro indicate è esclusa l’assistenza muraria (chiusura tracce, sgombero macerie, intonaco e rasatura tracce). Queste categorie di lavoro saranno valutate in percentuale, ossia il 20% del prezzo opere idrauliche.  

PREZZI DETTAGLIATI DELLE OPERE DA IDRAULICO 
Punto TERMICO comprende ogni singolo termosifone da posizionare (1 PUNTO). Posizionamento della  caldaia (UN PUNTO). Posizionamento del collettore (1 PUNTO). Punto Metano con relativo rubinetto (1 PUNTO E MEZZO). Dalla categoria indicata è esclusa la fornitura dei termosifoni, della caldaia, del collettore e di ogni altro accessorio non espressamente indicato.  170 €
Qualora fosse necessaria la ricostruzione della colonna montante (carico e scarico acqua) è necessario preventivare la fornitura e posa di tubazioni idonee per colonne di andata e ritorno (sia per l’acqua calda che per l’acqua fredda) da caldaia ai singoli piani o al collettore di piano. La valutazione è per ogni metro lineare di tubazione in verticale inserita da piano a piano. 
 25 € ml
FORNITURA – di collettore di distribuzione ai singoli radiatori, completo di ogni accessorio e regolazione per il corretto funzionamento della rete di distribuzione riscaldamento. Prezzo riferito ad un collettore per un numero massimo di 05 termosifoni.  120 €
VALVOLA DI ZONA – (se necessaria) fornitura e posa di valvola di zona a due vie da posizionare in prossimità del collettore di piano. Valvola collegata al termostato di zona (questo valutato a parte).   120 €
Realizzazione di punto metano con allacciamento in rame ricoperto da contatore a vano cucina. La categoria di lavoro comprende la realizzazione della traccia con la fornitura e posa del rubinetto idoneo. Categoria di lavoro stimata per circa 5 metri di allacciamento. (Contatore parete attrezzata cucina).   200 €
realizzazione alloggiamento misuratore gas, da installare entro nicchia nella muratura (questa da realizzare compreso nel prezzo). La nicchia sarà completa di intonaco, telaio e relativo sportello con dimensioni e nella posizione indicata dall’ente erogatore. Dimensione standard.   300 €
Adeguamento contatore gas alle nuove normative con il posizionamento della valvola prova pressione.  150 €
RISCALDAMENTO A PAVIMENTO (PREZZO HOMEPIEMONTE) IMPIANTO DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

Impianto di riscaldamento a pavimento radiante con caldaia autonoma a gas, per garantire i 20°C interni, l’impianto fornito è costituito da GRUPPO TERMICO MURALE A GAS del tipo a premiscelazione con circuito stagno e flusso forzato idoneo per riscaldamento e produzione acqua calda con scambiatore istantaneo, avente una potenza utile per riscaldamento non inferiore al fabbisogno dell’impianto ed una potenza utile per acqua calda non inferiore a 23,3 kW. Il preventivo comprende

  1. Fornitura e posa di collettore di piano per riscaldamento a pavimento
  2. TUBO DI ADDUZIONE GAS dal contatore alla caldaia compreso la derivazione per alimentare la cucina a gas (lunghezza massima prevista metri
  3. DISTRIBUZIONE TUBI AI COLLETTORI del pavimento radiante,
  4. CASSETTA DI ALLOGGIAMENTO COLLETTORI CON SPORTELLO
  5. RIVESTIMENTO ISOLANTE di tutte le tubazioni in rame realizzato a norma di legge
  6. PAVIMENTO RADIANTE realizzato con pannello isolante da 30 mm in polistirolo, striscia perimetrale, foglio anticondensa in polietilene, supporto di fissaggio per i tubi del pavimento radiante,
  7. Tubi in materiale plastico per i vari circuiti installati con passo adeguato alle necessità della potenza di riscaldamento
  8. additivo per massetto in cls,
  9. TERMOREGOLAZIONE con regolatore climatico, sonda esterna e sonda di mandata
  10. VALVOLE ED ACCESSORI necessari alla corretta installazione e funzionamento,

E’ escluso dalla presente categoria dei lavori eventuale assistenza muraria considerata in apposita voce, Caldaia e accessori caldaia, Allacciamento e/o punto elettrico considerato in apposita voce

prezzo riscaldamento a pavimento come da capitoli sopra descritti   55 €/mq
prezzo caldaia vaillant come da caratteristiche indicate (compreso posa)  1200 €
Nota: i prezzi e le categorie di lavori descritti sono riferiti a interventi completi di ristrutturazione eseguiti da HOMEPIEMONTE, se risultano di tuo interesse puoi chiedere un preventivo personalizzato gratuito on line inviando il modulo sotto indicato 

I prezzi delle categorie dei lavori, che stai visionando, sono derivati da interventi di ristrutturazione o nuova costruzione, contrattualizzati da Homepiemonte srl Impresa edile. Chiedi un preventivo personalizzato; è gratuito, dettagliato, con note professionali, schede tecniche e protocolli di riferimento comprensivo di 1.Analisi di fattibilità e preventivo su budget del cliente 2. Schema Impianto idraulico 3.Schema Impianto elettrico 4.Schema Impianto riscaldamento tradizionale o a pavimento 5.Sondaggi preliminari con prove invasive e non. Personalizziamo Il preventivo sulla base del tue esigenze di portafoglio: è attendibile al 90% (da verificare con sopralluogo): RICHIEDI UN NOSTRO PREVENTIVO

RISCALDAMENTO A PAVIMENTO GIOIA E DOLORI

VANTAGGI: si utilizza il massimo rendimento dell’irraggiamento del calore (dal basso verso l’alto), si raggiunge un maggiore comfort abitativo, si ha un maggiore spazio a disposizione negli ambienti e una composizione degli arredi più funzionale con una maggiore libertà di movimento; si ha un maggior calore e senso di benessere; si hanno due tipi di risparmio, quello energetico e quello economico (nel tempo). SVANTAGGI: un costo iniziale per l’impianto, maggiore rispetto a un impianto tradizionale, (+60%) ma con possibilità di ammortizzare l’alto costo iniziale nella durata dell’impianto. Per effetto del funzionamento a bassa temperatura si ha una lentezza nel raggiungere la temperature ideale all’interno dell’abitazione.

GLOSSARIO DELLA PAGINA E NOSTRE LAVORAZIONI SPECIFICHE
Serpentina riscaldamento  collettore di piano termostato ambiente
350x150_riscaldamentopavimento 350x150_collettore_pavimento 350x150_termostato
valvola di zona  Caldaia Condensazione   sensore CO2
350x150_valovola_zona 350x150_vaillant 350x150_co2
 SCHEDE DELLE FORNITURE ADOPERATE 
COLLETTORE TERMICO VALVOLA DI ZONA  RISCALD. PAVIMENTO
 SENSORE CO2 CALDAIA  TERMOSTATO WIFI

BONUS RISTRUTTURAZIONI 2019  La legge di Bilancio 2019 conferma le agevolazioni in merito al bonus ristrutturazioni. Le detrazioni fiscali saranno prorogate fino al 31 dicembre 2019. Tutti coloro che inizieranno i lavori di ristrutturazione della propria casa dal 1 gennaio 2019, potranno usufruire della detrazione fiscale del 50% sulle spese sostenute entro il limite di 96.000 € da suddividere in 10 quote annuali. Potrebbe esserci un’interessante novità o agevolazione per la ristrutturazione della propria casa. Si tratta dell’Ecoprestito, un prestito a tasso agevolato, per i cittadini che vogliono realizzare una ristrutturazione o migliorare l’efficienza energetica della propria casa. In visione la legge di Bilancio 2019 e le tabelle di sintesi sulle agevolazioni Il Bonus Ristrutturazione spetta anche a chi ha effettuato un preliminare di Vendita e registrato il Compromesso ed esegue i lavori di ristrutturazione a proprio carico. 

IVA AL 10 % PER SCHERMATURE SOLARI – Con la categoria delle schermature solari si può accedere alla detrazione del 50% per interventi di risparmio energetico. Le categorie dei materiali che rientrano nella detrazione, come precisato dall’ENEA sul sito dedicato sono: scuri; tende alla veneziana; tapparelle; persiane a battente, alla veneziana o a soffietto; tende esterne a bracci pieghevoli o rotanti, a rullo, verticali; tende per lucernari e finestre su tetto In riferimento a queste tipologie di beni l’Agenzia delle entrate con la circolare 15/2018 ha chiarito che l’acquisto con posa in opera di questi prodotti rientra nell’ambito di applicazione dell’IVA al 10% e non in quella del 22% come previsto nel caso di tende e tendaggi di arredamento.

INTONACO IN BIOCALCE Un prodotto innovativo che contribuisce all’eliminazione dell’UMIDITÀ di RISALITA (presenza di forte umidità) nelle vecchie murature, è quello dell’utilizzo dell’intonaco a base calce. Ne esistono in commercio diverse tipologie. Vogliamo sottoporvi un protocollo che ci dà ottimi risultati (da noi verificati); eliminando definitivamente l’umidità di risalita. Come prima fase è importante l’applicazione della barriera chimica nel muro come ampiamente descritto nelle pagine del blog. Al completamento dell’applicazione della barriera chimica, è utilissimo l’applicazione di uno strato (intonaco) di biocalce. Una formula molto efficace è quella fornita della Biocalce Tasciugo di Kerakoll; fornisce alla parete una superficie altamente traspirante e nello stesso tempo inassorbente, igroprotetta, proteggendo lo strato da eventuali sali distruttivi latenti. Il ciclo cosi descritto elimina da murature e pareti l’umidità di risalita residua (percentuale bassissima dopo l’applicazione della barriera chimica). La biocalce contribuisce ad estrarre in modo rapido tutta l’umidità residua presente nel muro, trasformandola in vapore, che si propaga nell’ambiente (esterno o interno), asciugando rapidamente la casa che resta sana e ad alto benessere abitativo. E’ importante comunque garantire un leggero flusso d’aria continuo nell’ambiente (famoso e antico “spiffero”). Prima dell’applicazione occorre valutare con sopralluogo il problema e procedere con vari test e misurazioni con termoigrometro a contatto.e valutare il metodo applicativo.

 

Protected by Copyscape