01 - MURATURA

PREZZO MURATURA PERIMETRALE AUTOPORTANTE

La muratura perimetrale in una costruzione ed in particolare in una casa di civile abitazione ha la funzione di rendere ottimale la qualità abitativa e dare il confort ideale ai suoi abitanti. La muratura perimetrale deve avere le seguenti caratteristiche

  1. Resistere al caldo e al freddo
  2. Resistere agli agenti meteorologici (vento, pioggia, neve)
  3. Resistere agli eventi sismici 
  4. Avere ottima capacità termoisolante
  5. Avere ottima capacità fonoisolante
  6. Possedere ottima resistenza all’umidità
  7. Possedere ottime caratteristiche igrometriche
La muratura perimetrale negli edifici ha due diverse tipologie
  • Portante, oltre che per le funzioni sopra descritte è realizzata anche per una funzione statica, in grado cioè di sostenere i carichi verticali dei solai e del tetto (pesi propri e accidentali dell’abitazione). Ha quindi anche una funzione strutturale
  • Tamponamento serve a chiudere e delimitare gli spazi tra le strutture portanti (travi, pilastri,  nodi).

Generalmente le murature perimetrali sono realizzate in : Pietra, Laterizio, Blocchi in laterizio, Blocchi in calcestruzzo.  I nostri prezzi sono riferiti a murature perimetrali di tamponamento con “cassavuota”, l’ultima voce in elenco è di tipo portante sismico, in questa voce occorrerà definire le caratteristiche dell’armatura, secondo le classi sismiche di appartenenza

PREZZO FORNITURA E POSA DI TAMPONAMENTI PERIMETRALI IN MURATURA

Prezzo muratura perimetrale di tamponamento composta da: fornitura e posa con tipologia a cassavuota avente spessore complessivo cm 20+8 (intercapedine)+8=36 cm. La muratura o categoria di lavoro cosi definita è composta da: Blocchetto esterno in cemento spessore 20 cm (normale non idrofugo), Rinzaffo interno muratura con malta di cemento, Pannello ISOVER superwall spessore 6 cm, Camera d’aria dimensioni adeguate, tramezzo interno in blocchetto cemento spessore 8 cm. 49 €/mq
FORNITURA E POSA IN OPERA DI MURATURA AUTOPORTANTE POROTON P800 SISMICO dimensioni 24x30x19 Percentuale di foratura < 45% Peso dell’elemento 12,8 Kg. Resistenza media a compressione nella direzione dei carichi verticali 11 N/mm² Resistenza media a compressione nella direzione ortogonale ai carichi verticali 2,2 N/mm. Conducibilità termica dell’elemento 0,186 W/mK 0,218 W/mK Conducibilità termica della parete con malta tradizionale 0,21 W/mK 0,236 W/mK Trasmittanza parete con malta tradizionale e intonaco tradizionale 0,604 W/m²K 0,808 W/m²K. Muratura spessore 30 cm

61 €/mq

FORNITURA E POSA IN OPERA DI MURATURA AUTOPORTANTE POROTON P800 SISMICO dimensioni 24x30x19 Percentuale di foratura < 45% Peso dell’elemento 12,8 Kg. Resistenza media a compressione nella direzione dei carichi verticali 11 N/mm² Resistenza media a compressione nella direzione ortogonale ai carichi verticali 2,2 N/mm. Conducibilità termica dell’elemento 0,186 W/mK 0,218 W/mK Conducibilità termica della parete con malta tradizionale 0,21 W/mK 0,236 W/mK Trasmittanza parete con malta tradizionale e intonaco tradizionale 0,604 W/m²K 0,808 W/m²K. Muratura spessore 25 cm  58 €/mq
FORNITURA E POSA IN OPERA DI MURATURA AUTOPORTANTE ANTISISMICO CARENA Porizzato con farina di legno biologica – Antisismico. Dimensioni Lunghezza (a): 30 cm Larghezza (b): 25 cm Altezza (c): 19 cm. Peso indicativo: 14,2 Kg Percentuale di foratura: 45 % Massa volumica lorda in Kg / mc: 1004 Kg/m3 Resistenza a compressione media: 19 N/mm2 Conduttività termica equivalente: lamdaequ = 0,253 W / (mK) [s30] – lamdaequ = 0,275 W / (mK) [s25] Trasmittanza termica della parete intonacata: U = 0,738 W / (m²K) [s30] – U = 0,955 W / (m²K) [s25] Potere fonoisolante della parete intonacata: Rw = 51,2 db [s25] Resistenza al fuoco della parete intonacata: REI = 180 minuti. MURATURA DA 25 cm Prezzi derivati da lavori di HOMEPIEMONTE Impresa edile.  58 €/mq
FORNITURA E POSA IN OPERA DI MURATURA AUTOPORTANTE ANTISISMICO CARENA Porizzato con farina di legno biologica – Antisismico. Dimensioni Lunghezza (a): 30 cm Larghezza (b): 25 cm Altezza (c): 19 cm. Peso indicativo: 14,2 Kg Percentuale di foratura: 45 % Massa volumica lorda in Kg / mc: 1004 Kg/m3 Resistenza a compressione media: 19 N/mm2 Conduttività termica equivalente: λequ= 0,253 W / (mK) [s30] –  λequ= 0,275 W / (mK) [s25] Trasmittanza termica della parete intonacata: U = 0,738 W / (m²K) [s30] – U = 0,955 W / (m²K) [s25] Potere fonoisolante della parete intonacata: Rw = 51,2 db [s25] Resistenza al fuoco della parete intonacata: REI = 180 minuti. MURATURA DA 30 cm. 61 €/mq
Prezzo muratura di tamponamento perimetrale in blocchi cavi prefabbricati in calcestruzzo di cemento normale vibrocompresso posti in opera con malta bastarda, fino ad un’altezza di metri 4. spessore 15 cm. Significa: realizzazione di muratura in blocchi di cemento spessore 15 cm. 
35 €/mq
Prezzo muratura di tamponamento in blocchi cavi prefabbricati in calcestruzzo di cemento normale vibrocompresso posti in opera con malta bastarda, fino ad un’altezza di metri 4. spessore 20 cm. Prezzi di HOMEPIEMONTE Impresa edile.  28  €/mq
mattoni pieni  perimetrale in laterizio  perimetrale cassavuota
300x200_perimetrale02 300x200_perimetrale01 300x200_perimetrale03
 perimetrale autoportante  perimetrale blocchetti  perimetrale a cappotto
300x200_poroton_sismico 300x200_bolcchetto_cls 300x200_perimetrale _cappotto
BIOPOR_Scheda POROTON_P800_SCHEDA BLOCCO_CLS_20x40_cm

I prezzi dei lavori edili indicati, per ristrutturazioni o nuove costruzioni, sono quelli dei nostri Computi Metrici, personalizzati con note professionali, schede tecniche e protocolli di riferimento. Il nostro preventivo comprende: 1.Analisi fattibilità e controllo su budget  2. Schema Impianto idraulic3. Schema Impianto elettrico 4.Schema Impianto riscaldamento tradizionale-pavimento 5.Sondaggi preliminari con prove invasive e non. Il preventivo personalizzato gratuito è attendibile al 90% (da confermare con sopralluogo): RICHIEDI IL NOSTRO PREVENTIVO PER LAVORI EDILI

CARATTERISTICHE DELLE COSTRUZIONI ANTISISMICHE 

Gli edifici di nuova costruzione, per essere antisismici, devono possedere i requisiti di sicurezza “nei confronti di stati limite ultimi”, ossia capacità di evitare crolli, perdite di equilibrio e dissesti gravi, totali o parziali. La struttura deve essere progettata in modo tale che il degrado nel corso della sua vita nominale (purché si adotti la normale manutenzione ordinaria) non pregiudichi le sue prestazioni in termini di resistenza, stabilità e funzionalità. La protezione contro il degrado si ottiene attraverso un’opportuna scelta dei dettagli, e delle dimensioni strutturali. Materiali. Un edificio antisismico può essere realizzato in calcestruzzo armato normale o precompresso, ossia cemento con barre di acciaio (armatura) annegate al suo interno ed opportunamente sagomate ed interconnesse fra di loro. Le barre devono avere un diametro minimo di 5 mm. A seconda del rischio sismico della zona dove sorgerà l’edificio la classe di resistenza del calcestruzzo potrà essere più o meno alta (il minimo è Classe 8/10, il massimo è 90/105). In fase di costruzione la messa in posa di pilastri e travi deve avvenire contemporaneamente, onde evitare la creazione del “giunto” che può pregiudicare la stabilità dell’edificio. L’altezza dell’edificio deve essere limitata in relazione alla classificazione sismica del territorio: le case che ricadono in zona 1, quella a massimo rischio sismico, non devono superare i due piani di altezza, se in muratura ordinaria, tre piani se in muratura armata (nel caso di progettazione semplificata). Verifiche. L’edificio antisismico deve resistere a torsioni, flessioni, deformazioni, tagli, vibrazioni, fessurazioni, tensioni, corrosioni. Bisogna inoltre verificare l’aderenza delle barre d’acciaio con il calcestruzzo. Anche le costruzioni in legno sono sottoposte a prove di robustezza e staticità, in particolare per verificare la resistenza a trazioni, flessioni e compressioni sia parallele che perpendicolari alla fibratura del legno stesso. In fase di progettazione la resistenza per tutte le sollecitazioni previste si ricavano applicando le norme di calcolo illustrate nella legge. Il collaudo statico, invece, deve essere effettuato in corso d’opera.

IL RUOLO DEL PROFESSIONISTA INCARICATO NELLA GESTIONE DI UN CANTIERE L’utente interessato a una ristrutturazione o nuova costruzione edile deve conoscere i doveri e i ruoli del suo professionista incaricato. Suggeriamo agli utenti interessati di visionare questo video con grande attenzione e farlo visionare anche al professionista incaricato. Spesso, il committente ritiene di bypassare i doveri e i compiti specifici del professionista incaricato con la figura dell’impresa appaltatrice, confondendo il ruolo dell’esecutore dei lavori (impresa) e del progettista incaricato. Lo scopo del video è quello di chiarire e illustrare quello che la normativa prescrive; precisando ruoli del Direttore dei Lavori, del Progettista, ed esecutore lavori (Impresa). Video Arch. Balestrini Federico via Pascoli 18, 20082 Noviglio (MI)  
 
INTONACO IN BIOCALCE Una categoria di lavoro per eliminare l’UMIDITÀ di RISALITA (presenza di forte umidità) nelle vecchie murature. Vogliamo sottoporvi un protocollo che ci dà ottimi risultati (da noi secondo il protocollo descritto). Come prima fase è importante l’applicazione di barriera chimica nel muro come descritto nelle nostre pagine. La fase successiva  è costituita dall’applicazione di uno strato (intonaco) di biocalce. Una formula efficace è la Biocalce Tasciugo di Kerakoll; fornisce alla parete una superficie altamente traspirante e, nello stesso tempo inassorbente, igroprotetta, proteggendo lo strato da eventuali sali distruttivi latenti. Il ciclo cosi descritto elimina dalle murature l’umidità di risalita residua (percentuale bassissima dopo l’applicazione della barriera chimica). La biocalce contribuisce ad estrarre in modo rapido tutta l’umidità residua presente nel muro, trasformandola in vapore, che si propaga nell’ambiente (esterno o interno), asciugando rapidamente l’ambiente che resta sano e ottimo benessere abitativo. E’ importante comunque garantire sempre un leggero flusso d’aria continuo nell’ambiente (famoso antico e salutare “spiffero”). Prima dell’applicazione occorre valutare con sopralluogo il problema e procedere con vari test e misurazioni con termoigrometro a contatto.e valutare il metodo da applicare.

 

 

Protected by Copyscape