04 - MACERIE DISCARICA

PREZZO DISCARICA MATERIALI EDILI

articolo e contenuto aggiornato in data 26 Gennaio 2020

NOTA RELATIVA AI NOSTRI PREZZI ILLUSTRATI: i prezzi indicati nel nostro prezziario possono subire variazioni secondo la località del cantiere, la quantità delle categorie dei lavori richiesti, il periodo in cui si realizzano le opere e la tempistica programmata. Se il prezzo quantificato nella nostra offerta è quello previsto nel nostro modulo di richiesta, è anche compresa la pratica progettuale e catastale; vedi il modulo di richiesta. I prezzi sono IVA di legge esclusa

PREZZO DELLE MACERIE HOMEPIEMONTE  DERIVATE DA RISTRUTTURAZIONE
Il prezzo della categorie di lavoro è dettagliato secondo le difficoltà e l’accessibilità del cantiere

Sgombero materiale di risulta dal piano di lavoro al piano cortile per distanze in orizzontale non superiori a m 20, per discese non superiori a m 20 e sollevamento non superiore a m 3

COME SI RICICLANO LE MACERIE. Il riciclo avviene secondo le fasi sotto indicate

  • riciclo primario, o “riuso”, Una parte delle macerie prodotte dalla ristrutturazione possono essere riutilizzate nel medesimo cantiere (riutilizzo diretto in cantiere): in tal modo viene ridotta la quantità di rifiuti prodotti. Tale prassi, in linea con le normative più recenti in materia ambientale, è la meno dispendiosa dal punto di vista economico e quella a minor impatto ambientale
  • Il riciclo secondario mediante un trattamento meccanico e generalmente un calo di qualità del prodotto rispetto all’originale. Abbiamo un uso diverso del materiale trasformato.
  • Il riciclo terziario avviene per via chimica: esso produce un materiale praticamente equivalente al materiale di partenza.
movimentazione delle macerie dal piano di lavoro alla zona di carico 45 €/mc
A – Trasporto Discarica (Carico a mano e trasporto alla pubblica discarica del materiale di risulta in un raggio di km 8, compresi gli oneri di smaltimento imposti dalle discariche). Il prezzo indicato è riferito esclusivamente a macerie derivate dall’attività di cantiere e riferite alle attività descritte. Il prezzo è riferito al mc di macerie da smaltire in funzione delle difficoltà relativo allo sgombero e al carico delle stesse sull’automezzo. HOMEPIEMONTE considera le seguenti condizioni: A – Smaltimento e trasporto di tipo 1 (condizioni normali di sgombero e smaltimento. Nel cantiere è possibile posizionare un cassone di capacità medie con automezzo in buone condizioni di manovra).
prezzo per trasporto macerie in condizioni normali. Cantiere di accessibilità normale con i mezzi di trasporto 30 €/mc
B – Trasporto Discarica (Carico a mano e trasporto alla pubblica discarica del materiale di risulta in un raggio di km 8, compresi gli oneri di smaltimento imposti dalle discariche). Il prezzo indicato è riferito esclusivamente a macerie derivate dall’attività di cantiere e riferite alle attività descritte. Il prezzo è riferito al mc di macerie da smaltire in funzione delle difficoltà relativo allo sgombero e al carico delle stesse sull’automezzo. HOMEPIEMONTE considera le seguenti condizioni: B – Smaltimento e trasporto di tipo 2 (condizioni difficoltose per sgombero e smaltimento. Nel cantiere è possibile posizionare solo piccoli contenitori con difficoltà di manovra per il carico e trasporto)
prezzo per trasporto macerie in condizioni difficoltoso con difficile accessibilità con i mezzi di trasporto  50 €/mc
C Trasporto Discarica (Carico a mano e trasporto alla pubblica discarica del materiale di risulta in un raggio di km 8, compresi gli oneri di smaltimento imposti dalle discariche). Il prezzo indicato è riferito esclusivamente a macerie derivate dall’attività di cantiere e riferite alle attività descritte. Il prezzo è riferito al mc di macerie da smaltire in funzione delle difficoltà relativo allo sgombero e al carico delle stesse sull’automezzo. HOMEPIEMONTE considera le seguenti condizioni: C – Smaltimento e trasporto di tipo 3 (condizioni molto difficoltose per sgombero e smaltimento. Nel cantiere è possibile posizionare solo Big Bag con mezzo dotato di gru per il sollevamento dei contenitori
prezzo per trasporto macerie in condizioni molto difficoltoso per l’accessibilità con i mezzi di trasporto o zone a traffico limitato 75 €/mc

      

Le macerie in edilizia ed in particolare nelle ristrutturazioni, sono prodotti classificati secondo i codici europei dei rifiuti CER, entrati in vigore nel 2015 secondo la Direttiva 2014/955/UE. Gli scarti da costruzione e demolizione sono considerati rifiuti speciali, per i quali deve essere garantita una separazione dalle altre tipologie di rifiuto. Il codice CER 17 raggruppa tutti i rifiuti delle operazioni di costruzione e demolizione (include anche il terreno proveniente da siti contaminati) e una serie di sottoclassi di scarto (ad esempio cemento, mattoni e ceramiche ricadono nel codice 1701, così come i metalli nel 1704).

 movimentazione 01  trasporto 3 mc  trasporto 10 mc
350X200_TUBI 350X200_3MC_SCARRABILE 350X200_10MC_SCARRABILE
 riciclo primario  riciclo secondario  Big Bag
350X200_RIUTILIZZO 350X200_STOCCAGGIO 350X200_BIG_BAG

PUBBLICITÀ AZIENDA

demolizioni intrerne e movimentazione macerie

Le agevolazioni fiscali per ristrutturazioni con opere antisismiche Se la tua casa è ristrutturata con le agevolazioni casa sicura, potrai detrarre fino all’85% dell’importo di ristrutturazione. Agevolazioni previste per tutto l’anno 2020. Possiamo proporti un nostro preventivo di analisi e simulazione delle caratteristiche operative secondo la normativa vigente

BONUS RISTRUTTURAZIONI 2020 La legge di Bilancio 2020 conferma le agevolazioni in merito al bonus ristrutturazioni. Le detrazioni fiscali saranno prorogate fino al 31 dicembre 2020. Tutti coloro che inizieranno i lavori di ristrutturazione della propria casa dal 1 gennaio 2020, potranno usufruire della detrazione fiscale del 50% sulle spese sostenute entro il limite di 96.000 € da suddividere in 10 quote annuali. In visione le tabelle di sintesi sulle agevolazioni Il Bonus Ristrutturazione spetta anche a chi ha effettuato un preliminare di Vendita e registrato il Compromesso ed esegue i lavori di ristrutturazione a proprio carico

 

 

 

INTONACO SPECIALE PROTETTIVO – Un sistema particolarmente efficace per la protezione della muratura esterna dalla pioggia e dall’umidità (prodotto da utilizzare secondo le condizioni di esposizione della muratura),  è quello di combinare due elementi fondamentali ossia l’INTONACO di fondo fibrorinforzato, più la componente IDROREPELLENTE; può essere utilizzato sia per esterno che per interni (in condizioni particolari). Il prodotto è adoperato come intonaco di fondo su murature in laterizio, anche alveolato, o porizzati,  blocchi in calcestruzzo, calcestruzzo grezzo in argilla espansa. I principali vantaggi sono: Maggiore protezione dall’acqua, Maggiore durabilità del’intonaco. Muratura asciutta e quindi migliore isolamento termicoMaggiore stabilità dimensionale e quindi minore tendenza alla formazione di cavillature (microlesioni superficiali). Minore risalita capillare. 

CARATTERISTICHE MATERIALI ISOLANTI – Il materiale isolante che adoperiamo per proteggerci dal freddo invernale o dal caldo estivo ha caratteristiche particolari; per capire la sua funzione bisogna considerare alcuni principi di Fisica Tecnica. I parametri stabiliti e considerati per valutare l’efficacia di un materiale isolante con specificità termica, da utilizzare per isolare la nostra casa, sono i seguenti: 

  1. Conducibilità termica λ, espressa in W/mK, che rappresenta l’attitudine o la capacità di un materiale a trasmettere calore. Maggiore sarà questo parametro λ e minore sarà la sua capacità isolante. Al contrario, con un valore minore o basso del parametro λ , sarà migliore la capacità isolante (trattenere calore) del materiale. La conducibilità termica dipende dalla composizione chimica del materiale utilizzato.
  2. Resistenza termica Rt, espressa in mqK/W E’ la capacità di un elemento, o materiale o sistema di più materiali, di opporsi al passaggio del calore (da un ambiente riscaldato a quello esterno o un’altro ambiente interno della casa). Il valore della Resistenza termica è il rapporto tra lo spessore del materiale adoperato (espresso in m) e la sua conducibilità termica λ. Maggiore sarà il valore di resistenza termica, e migliori saranno le caratteristiche isolanti del materiale considerato o del sistema utilizzato per isolare la parete della nostra casa o il sottotetto. Se desideri una verifica termica e un preventivo lavori per isolare in modo adeguato la tua casa Compila il modulo, ti contatteremo per un sopralluogo gratuito. MODULO
Per motivi di sicurezza, in cantiere la libertà di movimento è vigilata e ristretta. Utilizzare i D.P.I. (dispositivi di protezione individuali) salvano  la vita. Scarpe antinfortunistiche, casco, sistemi protettivi anticaduta, si lavora in sicurezza, si chiude la giornata lavorativa senza rischi e infortuni evitando prolungate malattie!!

IL TUBO DRENANTE raccoglie l’acqua in eccesso e la convoglia in apposito pozzetto di smaltimento; utile per drenare muri di sostegno o muri soggetti a fenomeni di dilavamento. E’ in materiale plastico con la superficie incisa a solchi paralleli. In ogni solco (gola) sono posizionati dei fori o fessure per l’ingresso dell’acqua in eccesso presente sulla superficie esterna del tubo. Per una corretta posa è necessario: stendere un foglio di tessuto non tessuto attorno alle pareti dello scavo; realizzare un supporto con materiale selezionato (ghiaietto di granulometria 3-5 mm) con uno spessore di 10 cm evitando così che la sommità della costola vada a poggiare sul terreno di scavo; utilizzare come materiale di riempimento attorno al tubo materiale selezionato (spezzato o ghiaietto di granulometria 3-5 mm; effettuare il riempimento con il medesimo fino a 40 cm sopra l’estradosso del tubo; coprire la sezione di ricoprimento con il tessuto non tessuto; ultimare il riempimento con il terreno di riporto.

CLASSIFICAZIONE ZONE SISMICHE IN ITALIA

A partire dal 2003 la classificazione sismica è stata completamente aggiornata (Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274 del 20 marzo 2003). La classificazione sismica del territorio italiano è attualmente impostata, distinguendo le seguenti quattro zone sismiche:

  • Zona 1 intensità sismica alta:
    è la zona più pericolosa, dove possono verificarsi forti terremoti;
  • Zona 2 intensità sismica media:
    nei comuni inseriti in questa zona possono verificarsi terremoti abbastanza forti;
  • Zona 3 intensità sismica bassa:
    i Comuni classificati in questa zona possono essere soggetti a scuotimenti modesti;
  • Zona 4 intensità sismica molto bassa:
    è la meno pericolosa, nei comuni inseriti in questa zona le possibilità di danni sismici sono basse.

IMPORTANTE
Le caratteristiche dei prezzi inseriti nel nostro prezziario sono relativi a ristrutturazioni complete con valutazione di tutte le categorie di lavorazioni previste. Non effettuiamo lavori pertinenti la singola o unica categoria di lavoro richiesta al prezzo indicato nelle nostre pagine